Skip to Content

Text Size

Current Size: 100%

Cerca

Стиль страницы

Языки

  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Français
  • Русский

Logo_WiFi_Zone

Wi-Fi_ZONE_Logo_30.png

Festival dell'Eccellenza al Femminile - Elisabetta I con Maddalena Rizzi

Версия для печатиВерсия для печатиPDF-версияPDF-версия
19/11/2014 20:30

Maddalena Rizzi.jpgMercoledi 19 novembre ore 20.30

Festival dell'Eccellenza al Femminile presenta

nell'ambito della Rassegna Teatrale La Conciliazione. Dal mito al Terzo Millennio

Orfeo Millenium - Episodio Orfè il Poeta

segue

logo per sito.jpgTramartis e Sevencults Produzioni
Elisabetta I

Le donne e il potere

di David Norisco
regia Filippo D’Alessio
scene Tiziano Fario
costumi Silvia Gambardella
musiche Eugenio Tassitano

con
Maddalena Rizzi

Teatro del Levante - Sori

 

Il tema del potere da sempre vive di un immaginario al maschile, anche quando è una donna al posto di comando. Lo sguardo che osserva i comportamenti e le dinamiche che identificano il potere è spesso distorto dall’antico retaggio che gli uomini hanno imposto. Questo spettacolo si propone di indagare come le donne si sono orientate negli stretti confini del potere. Elisabetta I ne è la figura emblematica: i confini del potere si disegnano in strategie, tattiche, linee orizzontali e verticali. Una partita a scacchi immaginata dagli uomini, ma giocata da una donna. Così tutto cambia, i contorni assumono colori imprevisti, il rapporto con il potere vive di continui conflitti, le tensioni sono stridenti, le soluzioni impreviste. Il potere è come una macchina infernale pronta sempre a prendere il sopravvento.
 

 

Biglietti

Intero euro 15,00

Ridotto euro 12,00

Scuole euro 7,00

Riduzioni

Giovani fino a 26 anni

Adulti sopra a 65 anni

Card – euro 25,00

Tre spettacoli a scelta libera

Card speciale – euro 30,00

Tre spettacoli a scelta libera con gadget del Festival (maglietta + collarino)

Biglietteria e Infopoint

Sala Polivalente Regione Liguria

Piazza De Ferrari 1

Tel +39 348 6636900

Mail biglietteria@eccellenzalfemminile.it

Online su www.happyticket.it


 

La 9^ edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile affronterà la Conciliazione, tema lanciato dal Parlamento Europeo per il 2014.
Nella sua consueta veste multidisciplinare, il Festival si propone di leggere e analizzare il passaggio generazionale che ci sta portando verso il terzo millennio, una realtà in continua evoluzione.
Uno sguardo complessivo sulla Conciliazione, intesa come chiave possibile di interpretazione propositiva delle novità che il nuovo millennio ci sta presentando.
Per la prima volta la rassegna teatrale è stata realizzata in collaborazione con undici comuni e teatri, cercando di interpretare in un circuito lo spirito della futura Città Metropolitana di Genova. Arenzano, Bogliasco, Cicagna, Campo Ligure, Masone, Rapallo, Rossiglione, Santa Margherita Ligure, Sori: ogni sera il Festival porta il tema della Conciliazione in un teatro diverso, con una formula che offre nella stessa serata uno spettacolo, scelto tra le proposte più interessanti e innovative del panorama teatrale italiano contemporaneo, e un episodio teatrale sul mito di Orfeo, tratto dal progetto Orfeo Millenium, altra novità del Festival.
Undici grandi attrici che interpreteranno, in altrettanti spettacoli, la loro personale riflessione sul tema della Conciliazione: la ricerca della libertà sessuale della Dongiovanna di Giovanna Giuliani, al racconto ironico e profondo delle relazioni negli spettacoli di Giulia Pont e Carla Carucci, la solitudine di una donna nella famiglia borghese con Paola Quattrini in Oggi è già domani, la complessità del rapporto madre-figlio nella Regina Madre di Milena Vukotic, la difficile conciliazione tra femminilità e potere nella Elisabetta I di Maddalena Rizzi e l’impossibile conciliazione tra la libertà d’amare e le convenzioni sociali della Fedra di Galatea Ranzi. Donne a Teatro che, nel segno della Conciliazione, passano il testimone alla generazione del terzo millennio.

Orfeo Millenium
Da un’idea di Consuelo Barilari con i testi di Maricla Boggio, nasce appositamente per questa edizione del Festival. In collaborazione tra Festival dell’Eccellenza al Femminile e Teatro Tor Bella Monaca di Roma, e si propone di rivisitare il mito di Orfeo nel terzo millennio, declinandolo nella realtà e nei luoghi simbolo dei giovani d’oggi.
Il progetto prevede la messa in scena di sei brevi pieces teatrali che saranno rappresentate in apertura degli spettacoli della Rassegna Teatrale del Festival, per poi debuttare in forma di spettacolo unico al Teatro Tor Bella Monaca di Roma dal 15 al 26 gennaio 2015.

I sei episodi
19 novembre – Teatro del Levante di Sori – Orfè il poeta
. Omaggio a Pier Paolo Pasolini: la Roma di Pasolini
Il Poeta ama il ragazzo Riccio, che lo tradisce ricattato dai Picchiatori abbandonandolo alla loro violenza omicida, mentre l’Angelo rievoca le poesie del Poeta ispirate ai ragazzi che per lui sono la vita.
20 novembre – Teatro Auditorium delle Clarisse di Rapallo – Eracle. Omaggio a Euripide.
La tragedia classica modernamente rivisitata: Alcesti è riportata alla vita dall’amico di Admeto, commosso dalla sposa offertasi alla Morte al posto del marito. Qui è un Alcesti-Euridice che, sacrificatasi e accolta negli Inferi, torna alla vita per riunirsi al suo egoista Orfeo-Admeto.
Tanti oggi si sacrificano per gli altri: nell’episodio si può intravedere una sorta di azione caritativa.
21 novembre – Teatro di Cicogna – Epilogo. La conciliazione, ma anche la noiosa felicità di essere eternamente insieme.
Da Ovidio a Maurice Blanchot e da Maurice Blanchot a Ovidio: non più padroni della propria libertà, impediti di ogni movimento in autonomia, i due amanti Orfeo e Euridice passeggiano insieme riflettendo sull’insopportabile armonia di essere sempre insieme senza conflitto.
21 novembre – Teatro del Levante di Sori – Lazzaro. L’Orfeo del Cristianesimo, l’amore di Cristo e la resurrezione
Il ritorno alla vita, tema essenziale di Orfeo che richiama Euridice dagli Inferi al mondo, qui è rappresentato dal ritorno di Lazzaro dalla morte, richiamato da Cristo alla vita come primo esempio di resurrezione.
22 novembre – Teatro Muvita di Arenzano – Marco e Giorgia. Fatto di cronaca: Orfeo e il mondo delle discoteche e della droga
Una ragazza uscendo dalla discoteca muore investita da una automobile. Il suo ragazzo disperato si droga rischiando di morire. La ragazza gli appare in sogno e lo esorta a non riprovarci, per amore di lei: soltanto così potrà conservarne l’amore al di là della vita.
23 novembre – Teatro Cinema Paradiso di Bogliasco – La scelta. Orfeo transessuale: l’amore etero e l’amore trans
Euridice se ne va, finendo di stare insieme a un marito soltanto di facciata, che finalmente può raggiungere i suoi amici e scoprire la sua vocazione di transessuale, con fantasiosi travestimenti e feste, musiche e balli.
 

Maggiori informazioni su www.eccellenzalfemminile.it